Teatro Colombo lab+

cantieri di formazione a teatro

workshop sull’arte del narrare

Tra cielo e terra

a cura di Alessio Di Modica

25-26-27 Aprile 2014 Teatro Colombo Valdottavo

tracielo02
Imparare a raccontare è uno strumento di fondamentale importanza per arricchire il proprio bagaglio formativo per un attore ma anche per chi lavora con bambini, disabili e minori a rischio in scuole o in cooperative sociali a livello educativo, riabilitativo, comunicativo e ludico ricreativo. Voli pindarici, immagini, emozioni, suoni. La narrazione non è solo questione di parole ma qualcosa di più ampio, di fisico, carnale e allo stesso tempo onirico che stimola l’immaginario collettivo tra la terra in cui vivono e nascono le storie che racconta il narratore e il cielo come spazio immenso dell’immaginazione in cui esse si muovono. La capacità del raccontatore è quella di condurre chi ascolta nel volo in questo cielo, senza perdersi ma dando un’ampia e leggera sensazione di libertà collettiva nel viaggiare nel racconto, ora abbagliati da luce accecante ora investiti dal buio profondo, i vissuti più intimi si scoprono universali.Quali sono i presupposti per dare vita a questo viaggio?
Il raccontare storie è un’arte antica che ogni cultura ha sviluppato, è una tecnica che va ad arricchire di specifiche qualità il proprio bagaglio formativo. Innanzitutto è un lavoro che parte dalla propria intimità: il parlare, il comunicare dal vivo mette le persone in una condizione di confronto costante che le porta a dialogare prima di tutto con parti di se stessi.
Si studierà la capacità e i riferimenti personali del narratore che vive dentro di noi per scandagliare l’urgenza e la necessità di raccontare, di mettere in circolo la materia viva che si evolve e cammina giorno per giorno: la narrazione è un processo attivo di creazione dell’ immaginario collettivo che permette a chi ascolta di partecipare con la propria immaginazione alla costruzione attiva del racconto.
La tecnica che ci porterà in questo percorso è quella di raccontare per immagini: nel momento in cui il narratore racconta le sue parole saranno funzionali alle immagini e quindi chi ascolta produrrà la sua personale immagine partecipando attivamente al racconto, questo percorso stimola la capacità immaginifica dell’individuo.
Il lavoro parte dallo studio del primo portatore di memoria: il nostro corpo che è espressione della storia dell’evoluzione umana e in cui sono racchiusi i nostri vissuti più intimi che si depositano nelle articolazioni, nella nostra camminata, nella nostra gestualità. La narrazione è un viaggio di voci, suoni, ritmo e respiro alla base del quale c’è la presenza fisica.Il laboratorio studia quali sono le coordinate e i codici del narrare per mettere in condizioni i partecipanti di raccontare secondo uno stile personale e mettere a fuoco il proprio mondo interiore come scenario delle storie possibili e la propria fisicità.

Alessio Di Modica
Cantastorie, attore, clown e regista; parte dalla tradizione narrativa siciliana intrecciandovi linguaggi e tecniche teatrali moderne. E’ tra le figure più significative nel panorama della narrazione teatrale contemporanea.
Da anni lavora su uno stile personale e originale di messa in scena e di pedagogia teatrale. Sperimenta e ricerca un linguaggio che arriva dalla contaminazione di diverse tecniche teatrali.
Il suo lavoro teatrale si snoda tra la realizzazione di spettacoli con collaborazioni importanti, progetti di formazione sullo STORYTELLING per lo Youth Programm della Comunità Europea e programmi di Cooperazione Internazionale per ragazzi provenienti da tutto il mondo, laboratori nelle scuole sui temi di Legalità, Diritti Civili, Memoria, workshop e conferenze atte a diffondere la conoscenza del teatro popolare del “Cunto”siciliano, del Clown e dei Pupazzi.
Una parte del suo tempo Alessio lo passa in strada tra gli anziani ad ascoltare le loro storie e a recuperare le memorie sepolte dalla storia ufficiale, per dare luce alla letteratura orale che oggi sembra perduta ma che ha solo bisogno di essere portata a galla. Dal 2011 Alessio fa parte della rete internazionale di narratori: www.alessiodimodica.com

Il seminario effettuerà i seguenti orari:
Accoglienza: 25 Aprile alle 16:00
Inizio lavori ore 17:00 termine lavori alle 21:00
Secondo e terzo giorno di lavoro: 26 aprile ed il 27 aprile dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 18:30.

Il seminario è a numero chiuso fino a un massimo di 15 partecipanti.
Termine delle iscrizioni: 15 APRILE 2014.
Possibilità di alloggio convenzionato presso le residenze Borgo Giusto Valdottavo – loc. Partigliano.

per informazioni e pre-iscrizioni:
laboratori@teatrocolombo.it
info@teatrocolombo.it